In Polonia, luci verdi alle finestre per aiutare i migranti

I residenti polacchi nella zona di confine vicino alla Bielorussia stanno illuminando le loro case di verde per aiutare i migranti. Credito: Instagram
I residenti polacchi nella zona di confine vicino alla Bielorussia accendono le loro case di verde per aiutare i migranti. Credito: Instagram

Per diverse settimane, i polacchi hanno illuminato le loro finestre con luci verdi per avvertire i migranti che sono i benvenuti e che possono ricevere aiuto. L’iniziativa, lanciata da un residente della regione di confine bielorussa, fornisce agli esuli cibo, vestiti caldi o un riparo per la notte.

Candele verdi alle finestre, sacchi della spazzatura illuminati di verde sul balcone, ingressi illuminati di verde, lampadine verdi, bastoni luminosi verdi… Da diverse settimane, i polacchi che vivono al confine con la Bielorussia illuminano di verde i loro appartamenti o case per mandare un messaggio ai migranti che arrivano nella regione. Questo cartello indica agli esuli che possono venire a bussare alla loro porta per ottenere aiuto: un riparo per la notte, vestiti, cibo o anche la possibilità di ricaricare il loro telefono.

L’iniziativa, soprannominata “Green Light” (“zielone światło“), è stato lanciato da un residente della zona di confine, Kamil Syller, preoccupato per le condizioni di vita dei migranti, mentre l’inverno arriva nella regione. “Le autorità polacche, emanando regolamenti draconiani e legalizzando le deportazioni, saranno responsabili della morte dei rifugiati”, ha detto alla stampa locale. “Noi che viviamo vicino al confine siamo testimoni della tragedia umana e della sofferenza. Non dobbiamo essere calcolatori, dobbiamo rimanere umani.

Secondo i media polacchi, almeno una dozzina di persone sono mortesu entrambi i lati del confine bielorusso-polacco, cercando di attraversare questa zona boscosa per entrare nell’UE.

Amnesty Polonia ha riportato l’appello sul suo account Instagram. “Illuminati di verde”. Il colore verde è un simbolo di ospitalità e apertura (…) Unitevi a noi in questo gesto simbolico. Reclama la dignità alla frontiera”, si legge nel loro post. I cittadini hanno anche pubblicato dei tutorial su come illuminare le loro case di verde. Sui social network, sono stati pubblicati messaggi in diverse lingue per spiegare ai migranti il significato di questa luce.

L’obiettivo non è quello di incoraggiare gli esuli a continuare il loro viaggio, spiegano i promotori del progetto, ma semplicemente di offrire loro una possibilità di sopravvivenza.

Da quest’estate, molti migranti cercano di entrare nell’Unione europea (UE) attraverso i confini polacchi, ma anche lituani e ucraini con la Bielorussia. Bruxelles accusa il regime bielorusso di orchestrare la crisi dei migranti e di condurre una guerra “ibrida” contro l’UE, cosa che Minsk nega.

In risposta a queste tensioni, la Polonia sta aumentando le sue misure anti-migranti. Migliaia di soldati, a sostegno delle guardie di frontiera, sono stati schierati lungo il confine, che in alcuni punti è una recinzione di filo spinato. In ottobre, Varsavia ha anche indicato che avrebbe costruito un muroe installare rilevatori di movimento per impedire a chiunque di avvicinarsi a 200 metri, per un costo totale di 353 milioni di euro.