Siamo parte di un unico mondo. Ogni giorno incrociamo donne e uomini che scappano dalla miseria per cercare una vita degna nel nostro paese e ancor più nel resto d’ Europa. Fuggono da guerre, fame e siccità. Rubano loro l’acqua e la terra imponendo modelli di crescita insostenibiliai quali possono adeguarsi solo le organizzazioni criminali che, grazie al controllo completo del territorio e dell’economia, tendono ad insidiare la presenza degli stati nazionali. 

Queste parole aprirono la prima Carovana nel novembre del 2014. Attraversammo l’Italia seguendo la rotta dei migranti, da Lampedusa alle Alpi. Con noi Padre Alejandro Solalinde, testimoni centroamericani del Movimiento Migrante Mesoamericano, le Madri della Caravana de Madres Centroamericanas buscando a sus migrantes desaparecidos e le Madri tunisine di quelle cinquecentoquattro famiglie che cercano i loro parenti sostenendo, nell’indifferenza assoluta dei Governi, che siano arrivati sulle nostre coste.Un filo di resistenza e speranza accompagna, unisce e consolida questo viaggio.

Un filo di resistenza e speranza accompagna, unisce e consolida questo viaggio. 
In questi anni hanno camminato con noi una dozzina di testimoni la cui vita racconta la “migliore umanità“ e oltre una cinquantina di volontari. Con loro abbiamo attraversato luoghi e incontrato decine di comunità in resistenza, laboratori di base, buone alternative alle politiche dell’Europa fortezza

Quest’ anno la quarta Carovana, unirà le due sponde del Mediterraneo . Dalla Sicilia, dove l’Europa ha sequestrato le navi umanitarie, alla Tunisia. E ancora una volta nuovi testimoni dall’altra parte dell’Oceano porteranno e condivideranno le loro esperienze decennali di organizzazione e resistenza con le Madri del Mediterraneo. Ospiti degli amici tunisini, che ci hanno a lungo accompagnati, per conoscere direttamente i posti da cui partono vecchie e nuove rotte migratorie. I famigliari, tunisini e messicani, delle persone scomparse nel viaggio migratorio avranno modo di conoscersi direttamente e proseguire insieme nell’instancabile ricerca dei propri figli, della verità e della giustizia che istituzioni e governi non garantiscono loro.

Le tappe

25 aprile 2018 Catania, Festa della Liberazione. Dal Messico, Marta Sanchez Soler (Movimiento Migrante Mesoamericano) e Guadalupe Perez Rodriguez (H.I.J.O.S. México) verso il Foro Social Mundial de las Migraciones (FSMM) e La Cumbre Mundial de Madres de Migrantes desaparecidos nel pomeriggio al CARA di Mineo (Ct) contro la mala-accoglienza, per i diritti dei richiedenti asilo, per il dovere alla solidarietà affinché le navi umanitarie riprendano il mare.
26 aprile 2018.
Al mattino Conferenza stampa di presentazione della 4° Carovana al porto di Catania.
28 aprile 2018 Tunisi. Incontro tra i testimoni messicani, l’Associazione La terre pour tous, i famigliari degli scomparsi, la delegazione italiana e i giornalisti. Primo pomeriggio si parte per Bizerte incontro con i famigliari.
29 aprile 2018 -da Tunisi a Bir el Hafey-
incontro con i famigliari dei morti dello speronamento dell’8 ottobre 2017, quando una nave della Marina tunisina affondò una barca di migranti .
30 aprile 2018 -Da Bir el Hayef a Zarzis (si arriva nel pomeriggio)- primi incontri.
1 maggio 2018 L’associazione Le Pecheur, Il cimitero degli sconosciuti e Chamseddine Marzoug, Farouk Belhiba e le famiglie dei disparus del caso Horria 302, Mohsen Lihidheb e il museo della memoria del mare.
2 maggio 2018 -da Zarzis a Sfax (arrivo primo pomeriggio)- primi incontri 3 maggio 2018 Sfax isola di Karkna – da Sfax a Tunisi-
4 maggio 2018 Tunisi Conferenza stampa e manifestazione al Ministero degli affari sociali, incontro con il Segretario di Stato per l’immigrazione e i tunisini all’estero .
5 maggio 2018 Tunisi Incontro con giornalisti di Nawaat, Inkifada, intellettuali e attivisti.

8 maggio 2018 Torino Assemblea pubblica
10 maggio 2018 Alba, Roddi, La Morra Partecipazione a Macramè, Festa multiculturale e di solidarietà tra i Popoli Con Imed Soltani, la Madre tunisina di Terre pour tous e i testimoni messicani.
11 maggio 2018 Ventimiglia, Valle Roya Incontri con i migranti sulla frontiera, 20K, aperitivo solidale e film al Bar Hobbit di Delia, la chiesa delle Gianchette e Don Rito, Cedric Heroux.
12 maggio 2018 Valle di Susa , Bardonecchia Incontri con Rainbow4Africa e ValsusaOltreConfine
13 maggio 2018 Briancon, Francia incontro con Tous Migrants.

Dal 14 al 17 maggio a Roma, la delegazione di Terre pour tous, gli Avvocati che seguono gli esposti per i ragazzi tunisini scomparsi dal 2011 cercheranno di incontrare il dott.Papa nuovo Commissario del Governo per le persone scomparse.

Testimoni

Crowdfunding

PERCHÉ ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO 

Sin dall’inizio Le Carovane, così come tutte le attività che organizziamo durante l’anno sono assolutamente autofinanziate, non siamo finanziati da nessun tipo di ente ne pubblico ne privato, e anche quest’anno partiamo senza sapere, fino all’ultimo, se ce la faremo.

Siamo tutti volontari, l’organizzazione non costa nulla ma solo tanto impegno. Ciascuno dei partecipanti italiani corrisponderà la sua quota di viaggio, ma abbiamo bisogno del tuo aiuto per coprire i costi che sosterremo per i testimoni.

Nello specifico dovremo acquistare numerosi biglietti aerei (due andata e ritorno dal Messico, poi verso Catania e ancora a Tunisi. Da Tunisi poi ripartiranno alla volta di Torino  con i messicani e i due ospiti tunisini che dovranno poi rientrare nel loro paese. Ai testimoni garantiremo il vitto e l‘alloggio, e le spese di trasporto su un furgone  a noleggio. Cinquemila euro. 

Fai click sul bottone rosso a destra e sarai portato su produzione dal basso dove potrai fare il tuo contributo. Sostienici! Parti Con Noi!