sos mediterranee

Carovana 2018-Secondo giorno: Conferenza Stampa e incontro con SOS Mediterranée al Porto di Catania

Giornata di attività al Porto di Catania, prima della partenza per Tunisi

Alle 11 abbiamo presentato la 4ta Carovana al Porto di Catania, in una conferenza stampa con la presenza di giornalisti e attivisti. Nello stesso posto dove, nelle carovane precedenti, ci siamo trovati per lanciare  fiori in mare in omaggio alle persone migranti morte nel tentativo di arrivare in Europa.
In particolare, la nostra testimone Marta Sánchez Soler, fondatrice del Movimiento Migrante Mesoamericano, ha raccontato ai presenti le analogie che esistono tra le due sponde dell’Atlantico  tra Centroamerica e il Mediterraneo; tra l’Europa e gli Stati Uniti; tra il Messico e l’Italia.
Successivamente , siamo andati a parlare con l’equipaggio della nave Aquarius della ONG SOS Mediterranee, appena tornata dallo sbarco del giorno precedente a Trapani, l’unica nave ONG a poter svolgere ancora operazioni di soccorso altrimenti portate avanti dalle navi militari, come  ci ha raccontato Matilde, portavoce dell’Aquarius.
Tra le varie difficoltà Matilde ci ha parlato della mancanza di coordinamento nelle operazioni di soccorso svolte dalle diverse agenzie (Frontex, ONG, guardia costiera libica) e di quanto questo rallenti tutto con alti rischi in perdita di vite umane. 
Ancora più grave  il tentativo di boicottaggio e  dei libici  in acque internazionali durante i soccorsi prestati da SOS Mediterranee. “Possiamo denunciare queste situazioni, ma spesso ci troviamo nell’obbligo di fare scelte ingiuste, difficili e frustranti per non creare una guerra in mare”, aggiunge Matilde. Nonostante un’iniziale e temporaneo calo degli sbarchi a seguito dell’ accordo dell’Italia con la Libia, la gente non ha mai smesso di migrare e subito il numero degli arrivi in Italia, ma anche in Spagna, Grecia e Tunisia, è tornato a salire. Per saperne di più sul fondamentale lavoro di SOS Mediterranée puoi visitare la loro pagina facebook.
Domani per la Carovana sarà un giorno di partenza. Carovanieri e testimoni lasciamo l’Italia per arrivare in Tunisia e iniziare a percorrere il punto di partenza di tante rotte migratorie e di tanti sogni di una vita diversa e forse dell’idea  di un’Europa più accogliente. Sarà fondamentale l’incontro con l’Associazione La Terre pour Tous con l’aggiunta di Imed Soltani, l’altro nostro testimoni che ancora una volta verrà con noi.

Guarda tutti i dettagli di questa Carovana!

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *